Aumenta il carattere: А А А

Bertone: "Parlava con i gatti, si fermava e diceva qualcosa in tedesco"

Le passioni di Papa Benedetto XVI

L'arcivescovo di Genova, cardinale Tarcisio Bertone, in un'intervista rilasciata a Famiglia Cristiana conferma il grande amore del Papa Joseph Ratzinger per i gatti. "Parlava con i gatti, si fermava e diceva qualcosa in tedesco, probabilmente in dialetto bavarese; portava sempre qualcosa da mangiare ai gatti e se li tirava dietro nel cortile della Congregazione della dottrina per la fede", ricorda il porporato.

Ama i gatti e preferisce l'aranciata, non e' mai stato un tipo granche' sportivo, suona il pianoforte e Mozart e Beethoven sono i suoi due musicisti preferiti: e' il ritratto in privato di Joseph Ratzinger, ricostruito sulla base delle confidenze di amici e collaboratori. La lettura e' stata, fin da ragazzino, la passione principale delll'illustre teologo tedesco. Prima di arrivare allo studio della teologia e dell'esegesi biblica, insieme alla filosofia e all'antropologia, Ratzinger si e' nutrito in gioventu' molto di letteratura, in particolare francese, prediligendo autori cattolici come Paul Claudel, George Bernanos e Francois Mauriac. 
 
Da ragazzino, Joseph Ratzinger comincio' a suonare il pianoforte, un passatempo condiviso con il fratello sacerdote Georg, piu' anziano di lui, il quale fin da giovane dirige cori parrocchiali. La famiglia Ratzinger ha sempre circondato la sua casa di gatti e crescendo Joseph non ha mai perso l'amore per i felini. Fino a quando ha abitato in Germania i gatti gli hanno fatto compagnia. Anche in Vaticano non ha trascurato questa sua passione.

 

La fonte: Il Messaggero
Condividi:


Scriveteci

×