Aumenta il carattere: А А А

Per la prima volta nella storia il Papa ha «posato» per un calendario

Benedetto XVI ha deciso di fare un calendario per un’iniziativa benefica
Ebbene sì, anche la Chiesa ha deciso di presentare il suo calendario 2007. Protagonista di questa curiosa iniziativa è proprio il nostro pontefice, papa Benedetto XVI. Nella storia della Chiesa moderna non era mai successo prima che un pontefice decidesse di partecipare ad un progetto simile. E soprattutto non era mai successo che un papa decidesse di fare un calendario! 
 
Non solo pose sexy e soubrette senza veli tra le pagine patinate dei calendari 2007. Per la prima volta anche un papa si presta all'operazione calendario, ma per finalità benefiche. La scorsa estate Benedetto XVI ha permesso che il fotografo Giancarlo Giuliani rimanesse un'intera giornata con lui a Castel Gandolfo, durante la quale il Papa ha «posato» nei vari ambienti della residenza estiva. Il risultato? Quattordici foto originali e in esclusiva che compongono il calendario stampato in una preziosa edizione e che sarà allegato al settimanale Famiglia Cristiana con il numero in uscita il prossimo 23 novembre.
 
Di mese in mese si può vedere il Papa, con la sua veste bianca, mentre passeggia nel pregevole giardino all'italiana di Castel Gandolfo, mentre prega nella cappella del Palazzo Apostolico, mentre sfoglia dei volumi nella biblioteca. In un'immagine, Ratzinger è ritratto mentre legge un libro, sempre in giardino: si tratta delle lettere di San Paolo, in un'edizione tedesca. In un'altra, giocherella con l'acqua di una fontana. In un'altra, ammira incantato il panorama del Lago di Albano.
 
Per avere «Insieme: un anno con il Papa», questo il titolo del calendario, occorreranno cinque euro in più, oltre il prezzo di copertina, e per ogni copia venduta verrà donato un euro alla Città dei Ragazzi Nazareth, in Ruanda. È stato lo stesso papa Ratzinger a scegliere il progetto di solidarietà da sostenere, promosso dal Pontificio Consiglio della Famiglia e inaugurato nel 1998 a Mbare, nel paese africano, dal cardinale Alfonso Lopez Trujillo. Oggi la Città dei Ragazzi Nazareth ospita 300 piccoli ruandesi in 24 case.
 
«Vedrai un Papa nuovo ogni giorno», recita lo slogan con cui il settimanale dei Paolini, invitando a prenotarne una copia, pubblicizza da questa settimana lo speciale allegato, che nel 2007 non mancherà di scandire i giorni in tante case di cattolici italiani.
Condividi:


Scriveteci

×