Aumenta il carattere: А А А

Dall’Abruzzo un Fiat Ducato speciale per la visita del Santo Padre

Nasce dalla più grande fabbrica dell’Abruzzo il mezzo che Papa Benedetto XVI userà oggi per visitare le zone colpite dal sisma.
 
Si tratta di una versione speciale del Ducato Panorama, prodotto nello stabilimento Sevel Val di Sangro, a un centinaio di chilometri dall’Aquila, che la Fiat ha messo a disposizione della Protezione Civile per le esigenze di trasporto del Pontefice.
 
L’iniziativa nasce nel solco della collaborazione che si è instaurata fin dalla prima fase dei soccorsi tra le diverse società del Gruppo Fiat e la Protezione Civile, per permettere di far fronte in modo tempestivo ed efficace alle diverse necessità che dovessero sorgere nel corso delle attività di intervento. 
 
Il Ducato è stato impiegato per gli spostamenti che porteranno il Santo Padre nei luoghi simbolo della tragedia in Abruzzo: la tendopoli di Onna, la Basilica di Collemaggio, le rovine della Casa dello Studente ed, infine, la Scuola della Guardia di Finanza di Coppito, il quartier generale che coordina i soccorsi.
 
Il veicolo è un esemplare unico, allestito appositamente per l’occasione: l’esterno è di colore bianco con le insegne della Protezione Civile, i rivestimenti interni sono in pelle bianca. Ha sette posti (di cui i cinque posteriori disposti a salotto), è dotato di telecamera per visibilità posteriore, pedana laterale di salita e dei più avanzati sistemi di sicurezza e di salvaguardia dell’ambiente.
 
La Sevel, joint venture paritetica tra il Gruppo Fiat e PSA-Peugeot Citroen, ha iniziato la propria attività nel 1981, ha prodotto 3,8 milioni di veicoli e oggi occupa quasi seimila persone, rappresentando la più importante realtà industriale dell’intera Regione. 
Condividi:


Scriveteci

×