Aumenta il carattere: А А А

Il 18 novembre inaugurazione della Biblioteca “Joseph Ratzinger – Benedetto XVI”

Autore: Carlo Mafera

Dedicata alla vita e al pensiero del Papa emerito come studioso e come Pontefice, la Biblioteca romana “Joseph Ratzinger – Benedetto XVI”, che ha sede all’interno della biblioteca del Collegio teutonico e dell’Istituto romano della Società di Görres, in Vaticano, è stata  inaugurata mercoledì 18 novembre. In occasione di questo evento, per comprenderne il significato più profondo è stata preceduta sapientemente da  una lectio magistralis  del cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura , sul tema “Dalla Bibbia alla Biblioteca – Benedetto XVI e la cultura della parola”, che si è tenuta presso l’aula magna dell’Istituto patristico Augustinianum di Roma  a pochi metri da piazza San Pietro. Il Cardinale Gianfranco Ravasi ha così esordito :   “È a una metafora architettonica che ricorriamo per ordinare la nostra riflessione su un tema così vasto e polimorfo. Immaginiamo, infatti, di avanzare in tre grandi aule ideali, tracciandone non una descrizione puntuale e completa ma evocandone solo alcune componenti in una sorta di abbozzo o di mappa essenziale. Questo triplice spazio è posto curiosamente all’insegna di una lettera alfabetica, la B di Bibbia, Biblioteca e Benedetto XVI. Ora è significativo che nella lingua biblica, l’ebraico, la bet (ב) graficamente e semanticamente rimanda a una “casa” aperta, all’edificio ideale le cui stanze ora perlustreremo. Dominante sarà la tipologia della biblioteca, che è anche il cuore dell’evento che vogliamo commemorare.” L’intera conferenza si trova nel sito della Fondazione Ratzinger

Adesso, gli studenti di teologia di tutto il mondo, in particolare quelli di Roma,  ma anche chiunque lo desideri iscrivendosi con un’apposita tessera, avranno  così materiale in abbondanza  per approfondire i propri studi. E questo è l’obiettivo principale:  dare la possibilità agli studiosi di concentrare e organizzare gli studi ratzingeriani, trovando  lo spazio necessario a riguardo. In prospettiva si auspica l’acquisizione di documenti mediali diversi e di ulteriori volumi.

Condividi:


Scriveteci

×